REFERTO ROSA PER IL GORLA IN TRASFERTA A ROBBIO

 

FLUIDOTECNICA AIRONI ROBBIO 82

TEAM ABC GORLA CANTU’ 90

(17-24, 39-43, 55-61)

 

Fluidotecnica Aironi Robbio: Fanchin ne, Gallina 11, Ilic 8, Werlich ne, Colombo 15, Loughlimi 12, Campana 17, Ratti ne, Di Paola 6, Ferrara ne, Buzzin 10, Kader 3. All. Sguazzotti.

Team ABC Gorla Cantù: Tremolada 10, Carpani 16, Pagani 6, Molteni M., Molteni T., Ruzzon 3, Bet 7, Di Giuliomaria 21, Pifferi 2, Pedalà 23, Borsani ne, Olgiati 2. All. Borghi, Vice All. Alberio.

 

Inizia bene la trasferta dei biancorossi a Robbio, con Pedalà e Di Giuliomaria (23 e 21 punti totali al termine dell’incontro) che aprono le danze e permettono al Gorla di scappare immediatamente (10-17 al 5’). I giovani Tremolada e Bet continuano quindi a tenere alto il gioco e, grazie ai loro canestri, la prima frazione termina sul +7 esterno (17-24).

Nel secondo periodo, le due compagini cominciano a controllare il ritmo, e i padroni di casa innescano un forte pressing sul portatore di palla, strategia che consente loro di rientrare al 15’ (29-32). Il Gorla continua a soffrire la pressione della Fluidotecnica, penalizzato anche da alcune decisioni arbitrali che concedono molto agli avversari: il risultato al ritorno negli spogliatoi è più che mai equilibrato, con soli 4 punti a separare le due squadre (39-43).

Al rientro in campo, i canestri di Tremolada e le bombe di Carpani permettono a Cantù di aumentare il vantaggio, contrastando la puntuale processione in lunetta concessa ai padroni di casa. Il punteggio al 30’, comunque, dice sempre Gorla avanti 55-61.

Nell’ultimo quarto ci pensa quindi Di Giuliomaria a salire in cattedra per i biancorossi: con una tripla ben piazzata e otto tiri liberi insaccati, trascina i suoi verso la positiva conclusione della gara. Negli ultimi minuti, il fallo sistematico consente a Robbio di riavvicinarsi, ma Cantù è più concreta, e si porta quindi a casa un’ottima vittoria al termine di una partita sempre condotta in testa.

Coach Borghi, al conclusione del match, commenta così la prestazione dei suoi ragazzi: “Abbiamo vinto una partita su un campo difficile, contro una squadra dall’alto potenziale tecnico. Siamo stati molto bravi a giocare e tenere alta l’intensità per tutti i quaranta minuti. Questa sera ci hanno dato un ottimo apporto anche i giovani che sono entrati, che hanno tenuto molto bene il campo, sia come testa che come presenza atletica: di questo siamo sicuramente molto contenti.”

“Certo ci sono cose da sistemare e sulle quali continuare a lavorare” conclude il Coach biancorosso “legate principalmente a delle pause a vuoto che ci capitano soprattutto in difesa, e nelle quali ci facciamo colpire senza opporre resistenza. Siamo comunque riusciti a trovare soluzioni da parte di tutti, sia nel primo che nel secondo tempo. Siamo molto soddisfatti di questo successo, ma adesso dobbiamo pensare alle tre trasferte che ci attendono e che sono tutt’altro che cosa facile.”