UNDER 18 ECCELLENZA – NEXT GEN CUP – ESORDIO AMARO ALLA NEXT GEN PER PALLACANESTRO CANTU’

 

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE 63
ACQUA SAN BERNARDO CINELANDIA CANTU’ 51

(11-19, 27-31, 41-39)

 

Allianz Pallacanestro Trieste: Serra, Cattaruzza 7, Schina 14, Fantoma, Venier 6, Arnaldo 12, Nisic, Longo 8, Antonio 5, Finatti 4, Pieri 5, Sheqiri 2.

Acqua San Bernardo Cinelandia Cantù: Caglio 2, Lanzi 4, Arienti 10, Ziviani 6, Abega Ongolo 2, Quarta 9, Gatti 10, Bresolin 5, Procida 1, Di Giuliomaria 2, Mirkovski, Pozzi ne. All. Costacurta, Vice All. Di Giuliomaria.

 

Esordio amaro alla Next Gen Cup per la Under 18 Eccellenza del Progetto Giovani Cantù, che partecipa a questa prestigiosa competizione vestendo la maglia di Pallacanestro Cantù sponsorizzata da Acqua S. Bernardo e Cinelandia.

I ragazzi di Coach Costacurta rimangono davanti fino alla pausa lunga; poi i Triestini sono bravi a ribaltare il risultato, portandosi a casa il primo referto rosa della competizione.

Inizio equilibrato per le due compagini, con Trieste sospinta da Pieri e Schina e Cantù che risponde a tono grazie a Lanzi e Quarta, e a metà frazione il punteggio è sul 7-7. Arnaldo realizza da sotto, poi Arienti è un cecchino dalla distanza e infila due triple consecutive che valgono il +4 per i biancoblù; Trieste prova a tenere botta ancora con Arnaldo, ma i liberi di Gatti e i due canestri di Ziviani e Bresolin chiudono la prima frazione sul 11-19 in favore dei canturini.

Si riparte con Bresolin che consegna a canestro l’assist di Abega, ma dall’altra parte è subito pronto Venier dall’arco; Di Giuliomaria e Schina si rispondono per le rime, Sheqiri non sbaglia in appoggio, Quarta sfrutta il giro in lunetta e Abega infila di tabella il 18-27 che tiene sempre davanti i brianzoli. Arnaldo è bravo a far rimanere in scia i suoi e, grazie ai quattro punti di Cattaruzza e Longo, Trieste torna pericolosamente a -2, con Cantù che invece fa fatica a trovare il ferro con continuità. L’arresto e tiro di Arienti manda tutti negli spogliatoi sul punteggio di 27-31.

Al rientro in campo, Acqua S. Bernardo continua a spingere con Bresolin e Quarta, ma un parziale di 0-6 permette a Trieste di portarsi a una sola lunghezza di distanza al 27’, per completare quindi il sorpasso grazie ai due liberi di Longo (35-34). Gatti dalla lunetta rimette tutto in discussione, ma Cattaruzza e Arnaldo sono precisi dall’arco, e Trieste vola sul +5 in un amen; negli ultimi secondi, la tripla di Gatti riavvicina i canturini a -2 (41-39 al 30’).

La bomba di Gatti all’inizio dell’ultimo quarto sigla l’ennesimo sorpasso dei biancoblù, ma i triestini sono subito pronti con Antonio per rimanere sul +3 al 33’ (46-43). Schina è preciso ai liberi, Lanzi si beve la difesa dell’Allianz, ma Longo e Venier dalla distanza fanno volare Trieste sul +10 quando mancano 3 minuti al termine. Sul finale, i ragazzi di Coach Costacurta non riescono a trovare la quadra per una reazione corale, mentre Finatti e Schina continuano a segnare per tenere i biancorossi a distanza di sicurezza, chiudendo i conti al 40’ sul punteggio di 63-51.