CLOSING PARTY DEL PGC A VILLA DEL GRUMELLO

 

Ieri sera, nel prestigioso scenario di Villa del Grumello, si è svolto il Party di fine stagione del Progetto Giovani Cantù, per salutare tutti gli amici che anche quest’anno sono stati accanto alla società canturina.

 

Il padrone di casa Antonio Munafò ha aperto come di consueto le danze, dando il benvenuto e ringraziando tutti i soci e gli sponsor che sono ormai diventati parte di una preziosa famiglia, perché con il loro costante supporto permettono a una realtà viva come quella del Progetto Giovani di fare sempre meglio anno dopo anno, tenendo sempre ben presente non solo la sua missione sportiva, ma anche quella sociale e di aggregazione per i giovani.

Munafò ha voluto per prima cosa portare a tutti i presenti i calorosi saluti di Alessandro Saladanna, Presidente del Team ABC, e di Coach Carlo Recalcati, socio del Progetto e da sempre vicino alle dinamiche tecniche e sportive della società. Saladanna e Recalcati, che non sono potuti intervenire alla serata per motivi personali e di lavoro, hanno comunque voluto far sentire la loro presenza attraverso le parole di Munafò, sottolineando il loro sostegno al Progetto e la soddisfazione di far parte di una famiglia così prestigiosa e attiva per il bene del territorio.

 

Grazie alla sapiente conduzione di Edoardo Ceriani, capo dei Servizi Sportivi de “La Provincia”, sono poi stati chiamati al microfono numerosi ospiti, che hanno raccontato la bellissima stagione dei canturini.

 

Il Responsabile Tecnico del Progetto Sergio Borghi ha voluto ricordare i numerosi successi che il PGC ha collezionato in questo 2018-2019, forse una delle migliori stagioni a livello di risultati: il bellissimo terzo posto dell’Under 18 Eccellenza, ottenuto nella favolosa cornice di Piazza Regione Lombardia a Milano e al termine di una stagione pressoché perfetta; l’inattesa quanto meritata qualificazione della Under 16 Eccellenza alle Finali Nazionali; la medaglia d’argento della Under 15 Eccellenza, che si è laureata vice campione d’Italia disputando un campionato da protagonista e arrendendosi solo in finale; e la desideratissima salvezza della prima squadra, che potrà partecipare anche l’anno prossimo al campionato di Serie C Gold. E poi tutti i buoni risultati ottenuti dalle formazioni regionali e dagli Under 13 e 14, segno di un vivaio forte e in continuo sviluppo.

 

La parola è quindi passata a Guido Nava, Responsabile Organizzativo del PGC, che ha presentato agli ospiti di Villa del Grumello le novità per la prossima stagione, la prima delle quali sarà presto comunicata anche sulle pagine social del PGC e sul sito ufficiale (rimanete sintonizzati!).

 

Antonio Munafò ha poi voluto dedicare un ringraziamento speciale ad Antonio “Totò” Visciglia, che dalla prossima stagione lascerà il PGC per spiccare il volo verso i campionati professionistici. Munafò ha portato a Totò l’enorme grazie da parte di tutto il PGC per i risultati conseguiti, ma soprattutto per l’impegno e la dedizione dimostrati in tutti questi anni, augurandogli un enorme “in bocca al lupo” per la sua futura carriera.

 

Terminato il momento emozionale, numerosi ospiti si sono avvicendati ai microfoni di Ceriani e Munafò: il presidente del Comitato Provinciale FIP Como Antonio Pini, il Vice presidente Nazionale della FIP Mara Invernizzi, il Vice Sindaco di Cantù Giuseppe Molteni, il Coordinatore di Amici di Como Daniele Brunati. Tutti hanno voluto fare i complimenti al Progetto Giovani Cantù, sottolineando la serietà del suo impegno e indicandolo come esempio di società virtuosa e di terreno fertile per la crescita di giovani uomini nel sano mondo dello sport.

 

Anche l’Amministratore Delegato della Pallacanestro Cantù Andrea Mauri è stato coinvolto in uno scambio di battute, ribadendo l’indissolubilità del legame tra la Serie A e il settore giovanile e l’importante missione che il Progetto ha di crescere quelli che potranno essere i futuri campioni del basket italiano. Antonio Munafò ha colto l’occasione per informare tutti i presenti che, nella prossima stagione, le squadre di Eccellenza del PGC si iscriveranno ai campionati come “Pallacanestro Cantù”, e che il Progetto Giovani Cantù continuerà comunque a mantenere la sua autonomia organizzativa e amministrativa.

 

In chiusura, quindi, Antonio Munafò ha dato il benvenuto nella famiglia PGC a quattro nuovi soci, che avranno il compito di alimentare la linfa vitale del Progetto con nuove idee e iniziative; e ha tributato un doveroso ringraziamento a Federica Meroni, Beppe Bosa e Antonio Sala per il loro importantissimo impegno con il Cantù Basket Camp, e al Professor Antonio Tieghi per la passione e la cura con cui gestisce la Foresteria del Progetto Giovani Cantù.

 

Un applauso generale ha accolto la chiusura dei lavori, e tutti i presenti sono stati omaggiati con un bellissimo portachiavi raffigurante lo scudetto del PGC.

Via quindi all’ottimo buffet, allestito da Enoteca Catering e Foodjoy, nella cornice mozzafiato di un Lago di Como illuminato dalle luci della notte.

E tanta dolce musica, per salutare la stagione che si è appena conclusa e dare già il benvenuto a quella nuova.

Perché il Progetto Giovani Cantù non si ferma mai, e sta già lavorando per costruire insieme ai soci, agli sponsor, allo staff e a tutti gli atleti un 2019-2020 ancora da scrivere, ma che ha già tutte le premesse per essere un altro anno indimenticabile.