SERIE C GOLD – GARA 3 E’ DEL GORLA: SI RIMANE IN C GOLD!

 

TEAM ABC GORLA CANTÙ 73

LE BOCCE ERBA 71

(20-9, 39-32, 56-62)

 

Team ABC Gorla Cantù: Lanzi 5, Ronchetti 4, Carpani 15, Molteni 4, Cucchiaro 11, Pifferi, Pedalà 2, Caglio 19, Ziviani 9, Gatti 2, Marazzi 2, Di Giuliomaria. All. Visciglia, Vice All. Deandrea, Pozzoli.

Le Bocce Erba: Ceppi 14, Spreafico 2, Esposito ne, Sironi, Rigamonti 9, Banchelli ne, Corti 15, Valsecchi 7, Origgi ne, Meroni 8, Albenga, Colombo 16. All. Bonassi, Vice All. Zupone.

 

Grazie ragazzi! Una stagione lunga, sofferta, ma alla fine comunque piena di soddisfazioni: vincendo Gara 3 contro Erba, in un Parini pieno nonostante il turno infrasettimanale, i ragazzi di Coach Visciglia strappano all’ultimo secondo il biglietto valido per un’altra corsa in Serie C Gold. Successo che arriva al termine di un’ottima prova corale, con tutti i biancorossi a salire in cattedra nel momento giusto della gara e un Caglio che, nonostante la giovane età e i pochi chilometri macinati in C Gold, si mangia il campo ed è decisivo negli ultimi secondi. Da manuale anche la prestazione di Carpani, freddissimo in attacco, e il muro difensivo di Pedalà e Molteni nel momento in cui serviva tenere Le Bocce lontano dal ferro.

Buon inizio per il Team ABC, che trascinato da un impeccabile Carpani vola sul 8-0 nei primi due minuti. Ceppi in arresto e tiro sblocca Le Bocce, Molteni appoggia a canestro, Ceppi si alza dalla distanza, ma Lanzi è pronto a replicare con un 2+1 per il 13-5 al 7’. Ziviani e Rigamonti mettono solo uno dei due liberi a disposizione, Ronchetti porta al ferro l’assist di Lanzi, Rigamonti è preciso dalla lunetta, ma Lanzi schiaccia in contropiede per il 20-9 di fine primo quarto.

Il libero di Colombo e il canestro da sotto di Meroni aprono la seconda frazione, poi Spreafico dalla lunetta riporta Erba a -6. Ziviani realizza dall’area, Meroni fa 1/2, Molteni insacca i tiri dalla linea della carità; Meroni sgancia una bomba, Carpani replica a Rigamonti, ma Erba è di nuovo a -4 al 15’ (26-22). Gatti non sbaglia da sotto, Ceppi appoggia di tabella, Marazzi sfrutta le occasioni ai liberi, ma c’è sempre Meroni per Erba a tirare la carretta. Cucchiaro e Caglio consentono ai biancorossi di allungare, Corti si alza dalla distanza, ma Cucchiaro risponde a tono dall’altra parte del campo; sul finale, i due punti di Caglio e la tripla di Ceppi mandano le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 39-32.

Si riparte con il punto di Corti e la tripla di Ceppi per il -3 esterno; Ziviani è preciso dalla lunetta, Colombo realizza in arresto e tiro e poi insacca la bomba del pareggio al 23’ (41-41). Ziviani segna da sotto, Rigamonti fa 2/2, Pedalà e Rigamonti siglano dall’area, poi Corti porta a canestro il primo vantaggio di Erba della serata (45-47). Caglio mette solo uno dei due liberi a disposizione, Valsecchi si alza dalla distanza, Caglio rovescia al ferro; ma Le Bocce è in striscia positiva, e con Valsecchi e Colombo allunga sul 49-57 al 28’. Carpani e Corti si fronteggiano dall’arco, Colombo non sbaglia in arresto e tiro, quindi Caglio firma i tre punti del 56-62 sulla sirena.

L’ultima frazione della stagione comincia con il libero di Carpani e il contropiede di Ziviani; ancora Carpani dalla lunetta accorcia a -1 per i canturini, quindi Cucchiaro in arresto e tiro mette il Gorla avanti al 32’ (63-62). Corti non sbaglia dalla distanza, Cucchiaro vola in contropiede, Colombo fa 2/2 dalla lunetta e Caglio lo imita subito, tenendo tutto in equilibrio al 37’ (67-67). Il finale è di quelli da vera partita che conta: Caglio è un cecchino dalla lunetta, Ceppi fa 1/2, poi ancora Caglio segna da sotto per il +3 interno; ma Corti è prontissimo dall’altra parte del campo, e con una tripla impossibile rimette tutto in parità. Ma Caglio è protagonista, e con estrema freddezza infila i due punti che valgono la vittoria e la stagione dei canturini: Team ABC Gorla Cantù batte Le Bocce Erba con il punteggio finale di 73-71.

Si chiude qui una stagione da montagne russe, sicuramente ricca di emozioni. L’obiettivo di rimanere in C Gold è stato raggiunto, quello di far crescere i giovani anche: l’arbitro ha fischiato la fine, tutti negli spogliatoi. Doccia. Grazie ragazzi, alla prossima stagione!