UNDER 18 ECCELLENZA – VITTORIA PER IL VIAGGIATOR GOLOSO NEL BIG MATCH CON REGGIO EMILIA

 

IL VIAGGIATOR GOLOSO CANTÙ 78

PALLACANESTRO REGGIANA 73

(20-22, 35-40, 55-50, 68-68)

 

Il Viaggiator Goloso Cantù: Lanzi 4, Arienti 15, Caglio 6, Cucchiaro 17, Procida 8, Di Giuliomaria 7, Gatti 1, Ziviani 4, Boev 3, Bresolin, Massenzana, Marazzi 13. All. Visciglia, Vice All. Pozzoli, Deandrea. 

Pall. Reggiana: Soviero 4, Giannini 11, Diouf 10, Maddaloni 1, Bertolini, Pellicciari 3, Castagnetti 2, Besozzi 2, Sow, Zampogna 5, Cipolla 16, Dell’Osto 19. All. Menozzi.

 

Grande vittoria del PGC che, nel recupero della settima giornata, si impone dopo un supplementare contro la quotata Reggio Emilia.

Nello scontro al vertice Cantù paga un po’ di esperienza (Reggio scende in campo con tre 2000, sette 2001 e solo due 2002, contro i quattro 2001 di Cantù e i restanti 2002). I canturini, infatti, riescono a partire bene (6-0 con un Marazzi dominante nel pitturato e una difesa di ghisa), ma pagano subito la fisicità degli emiliani, e il contro break ospite è 6-22, tutto energia e con canestri di grande fattura da parte di Cipolla e Dell’Osto. Il Viaggiator Goloso non ci sta, ed esce dal secondo time out con la giusta grinta per infilare il contro parziale di 8-0, propiziato da un Arienti ispirato (2 bombe in fila), chiudendo la frazione sul 20-22.

Nel secondo periodo, gli ospiti continuano ad avere un’alta percentuale da fuori, mentre i canturini attaccano molto il ferro portando a casa numerosi giri in lunetta, chiudendo all’intervallo sul 35-40.

Di nuovo sul parquet, Cantù concede solo 2 canestri dal campo, grazie a una difesa di ferro contro la quale gli ospiti faticano a tirare. E’ la bomba di un solido Di Giuliomaria a dare ai padroni di casa il vantaggio di 5 lunghezze al 30’.

Nell’ultima frazione le due squadre si danno battaglia: finalmente arrivano i canestri di Procida e quelli del costante Cucchiaro, che portano i ragazzi di Coach Visciglia sul +5. Ma due brutte gestioni offensive e due sciocchezze difensive permettono agli emiliani di andare +2 a 18 secondi. Cucchiaro gestisce l’ultima palla, Cantù con pazienza trova un vantaggio e Cucchiaro infila il pareggio: si va al supplementare.

Nell’overtime torna a primeggiare Arienti, che domina con la palla in mano e va più volte in lunetta senza errori; ma sono tutti i ragazzi del PGC a portare il proprio mattoncino alla causa, vincendo la partita e rimanendo in testa alla classifica in solitaria.