UNDER 14 ÉLITE – FINALI REGIONALI – A SAN GIORGIO SUL LEGNANO I COLORI SONO BIANCOBLÙ, E LA CIERRE UFFICIO È CAMPIONE REGIONALE

Semifinale Regionale – 23.05.2018

PALLACANESTRO VARESE 68
CIERRE UFFICIO CANTÙ 75

(15-18, 25-36, 45-52)

 

Pallacanestro Varese: Noble 24, Gattulli, Messina 4, Tozzo 1, Tapparo 12, Zivkovic, Salerno, Modesti 3, Bongiovanni 5, Ambrosetti, Di Carlo, Veronesi 19. All. Sterzi.

Cierre Ufficio Cantù: Incremona, Redaelli F., Proserpio, Moscatelli 13, Terragni 23, Toluwa, Redaelli P. 1, Baldo, Borsani 13, Brioschi 1, Bon 12, Elli 12. All. Castoldi, Vice All. Galimberti.

 

Quando la tensione emotiva la fa da padrone, gli Under 14 del PGC la usano per caricarsi e fare uscire la loro indole di “faccia tosta”.
Pur partendo con il ruolo di sfavoriti, mentre Varese è arrivata seconda in campionato e ha vinto 2-0 il play-off contro ABA, i giovani canturini approcciano l’incontro con la giusta determinazione, e dopo i primi minuti di assestamento cominciano a macinare il loro gioco prendendo un piccolo vantaggio al termine del primo mini-tempo; nel frangente sono Moscatelli (8 p.) e Terragni (7 p.) a guidare la squadra.
Il secondo quarto vede una Pall. Varese che fatica a segnare: è solo Veronesi a tenere una buona media realizzativa, mentre per i brianzoli sono Bon ed Elli, 4 e 7 punti, a permette un piccolo allungo che porta il PGC sul +11 al rientro negli spogliatoi.
Alla ripresa del gioco per Varese, oltre al continuo Veronesi (sono ben 9 i punti per lui nel periodo, ma anche il quarto fallo che costringerà l’ottimo coach Sterzi a richiamarlo in panchina), comincia a salire di colpi Noble, senza però incidere in termini di punteggio (solo 3 punti con 1/8 dalla lunetta, saranno 4/15 alla fine); per Cantù sono invece Borsani e Terragni a mantenere un vantaggio ancora apprezzabile al 30’ (+7).
L’ultima frazione inizia con i prealpini che producono lo sforzo per riavvicinarsi (57-59 al 5′). Noble si carica di responsabilità e produce ben 13 punti (con 3/3 da 1) ben coadiuvato da Tapparo (5 p.), ma gli Under 14 del PGC con Bon (8 p.), Elli (5) e Terragni (5) portano a compimento la missione con la vittoria e la seconda finalissima regionale in 2 anni contro l’Olimpia Milano, vincente nell’altra semifinale nei confronti dell’altra compagine Varesina della Robur&Fides.

 

Finale Regionale 24.05.2018

OLIMPIA MILANO 69
CIERRE UFFICIO CANTÙ 70

(21-19, 39-38, 52-58)

 

Olimpia Milano: Rizzi 2, Restelli, Trovarelli 6, Bettoschi, Alfieri 6, Longhi 1, Abante, Bramati 8, Galicia 33, Contestabile 11, Martino 2, Piccinini. All. Pampani.

Cierre Ufficio Cantù: Redaelli F., Proserpio, Moscatelli 10, Terragni 12, Toluwa 4, Milici 6, Redaelli P., Baldo, Borsani 8, Brioschi 3, Bon 8, Elli 19. All. Castoldi, Vice All. Galimberti.

 

I giovani Under 14 Élite bissano il titolo regionale Under 13 conquistato lo scorso anno, vincendo anche quello Under 14 che li proietta direttamente alle finali nazionali di Cagliari dal 24 giugno al 1 luglio prossimi.

Altra partita al cardiopalma, come da copione, quando si affronta la forte formazione dell’Olimpia Milano che ha vinto la stagione regolare.
La Cierre Ufficio inizia con Proserpio, Moscatelli, Baldo, Borsani e Brioschi dimostrandosi un po’ contratta, permettendo così agli avversari di prendere subito il largo (12-5 al 5′) con Trovarelli che segna i suoi 6 punti. È Elli per il PGC che, realizzando 9 punti, ricuce il divario riportando i canturini in scia per il +2 Olimpia del finale di tempo.
I secondi 10′ vedono le due compagini ribattersi colpo su colpo: per i meneghini sono Galicia e Contestabile a portare punti, mentre sono ben sette i ragazzi di Coach Castoldi che se li dividono; si arriva quindi sotto di uno alla pausa lunga.
Riprende la partita e per i biancorossi sale in cattedra Junior che segna ben 11 punti sui 13 totali della sua squadra; la Cierre Ufficio tiene per 5′ (50-48), poi grazie a “Pit” Terragni e “Stiv” Elli prende un piccolo vantaggio che la porta a iniziare l’ultima frazione avanti di 6.
Nei primi 5′ minuti del tempo finale i canturini riescono a mantenere a distanza i milanesi (57-62). Nei minuti finali, come anche logico, la stanchezza, qualche scelta sbagliata, qualcuna affrettata e, naturalmente, gli avversari
con a capo lo scatenato Galicia si fanno sotto ed hanno anche in mano la palla per l’ultimo tiro; ma i giovani biancoblù con Capitan Borsani alla testa riescono a terminare la partita con una meritatissima vittoria.

Finalmente per Davide “Bore” Borella, Tommaso “Tommi” Incremona, Marco “Maske” Mascheroni, Luca “Massi” Massimini, Filippo “Pippo” Redaelli, Cristiano “Cri” Proserpio, Tommaso “Mosca” Moscatelli, Pietro “Pit” Terragni, Simone “Molte” Molteni, Simone “Simo” Milici, Paolo “Pollo” Redaelli, Marco “Bona” Bonardi, Davide “Dave” Baldo, Guglielmo “Gulli” Borsani, Simone “Brio” Brioschi, Tommaso “Tommi” Bon e Stefano “Stiv” Elli, assieme ai coach Federico Castoldi e Stefano Galimberti è tutto il pubblico presente, può iniziare la meritata festa.

 

Grazie ragazzi, un orgoglio targato PGC.
E adesso alla volta della Sardegna!