UNA COLUMBUS PIU’ CHE SOLIDA BATTE ANCHE BLU OROBICA

 

COLUMBUS CANTÙ 74

BLU OROBICA BERGAMO 61

(16-13, 42-29, 62-46)

 

Columbus Cantù: Caglio 9, Lanzi 10, Merlo 2, Pozzi 13, Braghini 5, Procida 13, Di Giuliomaria 9, Mirkovski 2, Ziviani 6, Consonni 3, Bresolin, Marazzi 2. All. Visciglia, Vice All. Costacurta.

Bergamo: Coppola 6, Chiappa 2, Agliardi, Aiello, Amboni 3, Oberti 4, Manenti 6, Abati 14, Bacis 2, Siciliano 8, Belotti 10, Abbiati 4. All. Zambelli.

 

Vittoria casalinga per i canturini, che nonostante una serata non brillante, hanno la meglio sulla quotata Bergamo. Si gioca un po’ ad elastico, con la Columbus che prova a scappare e Bergamo che, grazie a degli sprizzi di gioco, riesce a tenere la gara viva senza prendere passivi pesanti.

Pronti via, i padroni di casa tentano subito l’allungo con un break di 8-2 (6 punti dei quali vengono firmati da Lanzi); poi il time out ospite ferma la gara, e il PGC comincia a subire un po’ troppo i rimbalzi offensivi, riuscendo a chiudere in vantaggio di sole 3 lunghezze.

Nel secondo periodo Coach Visciglia risolve il dilemma dei rimbalzi alzando il quintetto, mossa che consente ai canturini di salire in cattedra con un ottimo Pozzi (13 nel quarto), con capitan Procida e Caglio, e alla pausa lunga la Columbus è sempre davanti (42-29).

Si rientra in campo e si ricomincia con un solido Di Giuliomaria (7 punti in 10’), coadiuvato da tutti i ragazzi del PGC, che provano a prendere il largo arrivando a +17.  Alcuni errori banali sugli appoggi (23/59 da 2 al termine della gara), però, e due contropiede ospiti non permettono la fuga canturina, anche se il divario al 30’ rimane sempre ampio (62-46).

Nell’ultima frazione la Columbus abbassa la guardia, e Bergamo ne approfitta per tentare un ritorno in partita; ma la solidità dei lunghi di casa, unita alle due bombe a ripetizione di capitan Procida, permette ai padroni di casa di riguadagnare un ottimo margine di vantaggio e chiudere i conti sul 74-61 finale.