AL PARINI NON SI PASSA, E LA JUMBO COLLECTION SUPERA LA CAPOLISTA BOLOGNA

 

JUMBO COLLECTION CANTÙ 81

VIRTUS PALL. BOLOGNA 77

(19-18, 41-30, 58-57)

 

Jumbo Collection Cantù: Tremolada 17, Massenzana, Chinellato 16, Olgiati 6, Bet 6, Tartamella 2, Terraneo, Cucchiaro 2, Gatti 2, Borsani 2, Molteni 26, Ruzzon 4. All. Visciglia, Vice All. Di Giuliomaria, Pozzoli.

Virtus Bologna: Nicoli, Gianninoni 9, Petrovic 11, Nanni, Rubbini 29, Rossi 9, Jurkatamm 2, Berti 6, Oyeh 4, Chessari 7. All. Vecchi.

 

Sfida al vertice con successo per la compagine di Coach Visciglia che, dopo quaranta minuti giocati al massimo, si porta a casa una meritata vittoria contro una (fino ad oggi) ancora imbattuta Virtus Bologna, dimostrando un ottimo e concreto assetto di squadra.

Avvio di gara decisamente equilibrato, con le due squadre che si equivalgono da entrambi i lati del campo: la Virtus sfrutta i tiri liberi e la tripla di Petrovic, mentre Cantù rimane costantemente in gioco grazie ai punti di Tremolada (5-5 al 5’). Chinellato da sotto e il contropiede di Molteni permettono alla Jumbo di portarsi sul +4; Chinellato dalla lunetta risponde ai punti di Oyeh, poi i liberi di Jurkatamm mettono nuovamente tutto in discussione (11-11 all’8’). Bet e Gianninoni si rispondono sotto canestro, Bet non sbaglia dalla linea della carità, ma la bomba di Rubbini sigla il +2 esterno; ma sono i quattro punti della coppia Chinellato-Molteni a chiudere la prima frazione sul punteggio di 19-18.

La seconda frazione si apre con il mini-break di 7-0 firmato da Cucchiaro e Chinellato, che consente ai canturini di volare sul +8; ma gli ospiti non ci stanno, e guidati da Rubbini rientrano immediatamente a -3 al 14’ (26-23). Molteni non sbaglia in arresto e tiro, Chessari ripaga con la stessa moneta, poi i tiri dalla distanza di Ruzzon e Molteni dicono Cantù +9 a metà periodo (34-25). Gianninoni realizza i due liberi a disposizione, Molteni insacca la tripla del +10, quindi ancora Gianninoni e Petrovic riportano la Virtus 37-30 al 18’. Sono infine i quattro punti di Chinellato e Tremolada a far tornare tutti negli spogliatoi sul risultato di 41-30 per la Jumbo Collection.

Al rientro in campo, gli ospiti cercano di riavvicinarsi grazie a un break di 2-10, e con il canestro di Berti completano l’aggancio al 24’ (43-43). L’arresto e tiro di Gianninoni consente alla Virtus di effettuare il sorpasso, Chinellato non sbaglia dall’area, Rossi fa 2/2 ai liberi e Gianninoni sigla il +4 esterno; vantaggio che si riduce a causa della tripla di Tremolada (48-49 al 27’). La Virtus continua ad essere aggressiva con Berti e Rossi, ma i biancoblu rimangono ampiamente in scia grazie a Tremolada e alla tripla di Olgiati, e sorpassano nei secondi finali trainati da un ottimo Molteni e da Olgiati in versione cecchino: la Jumbo Collection rimane quindi davanti anche al 30’ (58-57).

Gli ultimi dieci minuti si aprono con il contropiede innescato da Capitan Ruzzon e finalizzato da Borsani, subito seguito dalla bomba di Molteni per il +6 interno. Berti fa 1/2 ai liberi, Gianninoni insacca il contropiede, quindi i tre punti di Chessari riportano Bologna in perfetta parità quando mancano 5’ al termine (63-63). Rossi e Tremolada si rispondono dall’arco, poi il gioco da 2+1 di Tremolada riporta Cantù davanti di 3 lunghezze; gli ospiti tentano il riaggancio con Chessari, ma Bet e Molteni tengono il vantaggio nella tana biancoblu (73-68 al 38’). Gli ultimi due giri di lancetta servono ai ragazzi di Coach Visciglia per gestire al meglio il possesso palla e i giri in lunetta, con Gatti glaciale ai liberi, Bet dominante a rimbalzo e Molteni mattatore: nonostante la Virtus provi il colpaccio (78-76 con 13” sul cronometro), ai canturini spetta decisamente la vittoria, che arriva con il risultato finale di 81-77.