TRASFERTA VINCENTE PER IL GORLA A DAVERIO

POL. DAVERIO 68
TEAM ABC GORLA CANTÙ 79

(23-15, 35-37, 51-61)

 

Pol. Daverio: Remonti ne, Piatti ne, Croci 2, Lesica 17, Busana 17, Pol ne, Tenconi 2, Caccianiga 14, Barozzi ne, Putnam, Missoni 16, Torricelli. All. Tallone.

Team ABC Gorla Cantù: Tremolada 14, Carpani 13, Pagani 2, Molteni M. 7, Molteni T., Ruzzon 8, Bet ne, Di Giuliomaria 11, Pifferi 2, Pedalà 10, Borsani ne, Olgiati 12. All. Borghi, Vice All. Alberio.

 

Vittoria importante per il Team ABC sul campo della Polisportiva Daverio. I ragazzi di Coach Borghi macinano piano i chilometri iniziali, ma poi mettono il turbo e sorpassano i varesini alla fine del primo tempo, per poi lasciarli ampiamente indietro per tutto il resto della gara.

Inizio in salita per il Team ABC che fatica a entrare in partita e, complice l’aggressività offensiva dei padroni di casa, subisce un break di 9-0. Di Giuliomaria e Tremolada segnano finalmente i primi punti de canturini, ma Lesica e Missoni allargano la forbice a favore di Daverio (15-4 al 4’). Pedalà non sbaglia l’opportunità da 2+1, Lesica punisce ripetutamente in arresto e tiro, Pagani realizza dall’area e Caccianiga ripaga con la stessa moneta. Il Gorla prova a rientrare con Di Giuliomaria, Carpani e Pedalà, ma non c’è abbastanza tempo per l’aggancio, e la prima frazione si conclude con Daverio avanti 23-15.

Il canestro di Missoni apre la seconda frazione, Carpani replica in arresto e tiro, poi Missoni segna ancora per il +10 interno (27-17 al 13’). Busana realizza da sotto, quindi i biancorossi, innescati da Olgiati, inanellano un break di 1-11 che consente loro di rientrare a -2 al 17’ (30-28). Caccianiga segna dalla distanza, ma i ragazzi di Coach Borghi hanno decisamente ripreso il ritmo, e con Di Giuliomaria, Olgiati e Ruzzon completano il sorpasso al 19’ (33-34). Busana è bravo ai liberi, ma la tripla di un ottimo Olgiati permette al Gorla di andare all’intervallo lungo sul +2 (35-37).

Si ricomincia così come si è finito, con il Team ABC in striscia positiva che mette subito 8 lunghezze di distanza tra sé e gli avversari (35-43 al 23’). Tenconi, Lesica e Missoni riavvicinano Daverio, quindi le due bombe consecutive di Tremolada tengono i padroni di casa ben lontani (43-50 al 26’). Lesica e Busana provano a dare una scossa ai compagni, ma si scontrano con un muro biancorosso: Molteni, Carpani e la tripla di Di Giuliomaria da lontanissimo ricacciano infatti i varesini sul -10 al 30’ (51-61).

La bomba di Carpani apre l’ultima frazione, ma Caccianiga risponde subito dalla distanza; Tremolada realizza in arresto e tiro, Croci fa 2/2 ai liberi, poi Olgiati segna da sotto per il +13 esterno (55-68 al 33’). A questo punto, al Gorla non resta altro da fare se non gestire al meglio il risultato, che alla fine della partita è favorevole ai canturini e dice 68-79 per il Gorla.

Coach Sergio Borghi commenta in questo modo la gara dei suoi: “Questa sera abbiamo giocato una partita molto concreta, piacevole da vedere. Il nostro avvio è stato sicuramente zoppicante, a causa di una presenza mentale non adeguata nei confronti dell’appuntamento che ci attendeva: per questo motivo abbiamo poi dovuto faticare per recuperare l’atteggiamento corretto, che ci ha consentito di trovare soluzioni bellissime contro la loro zona, ben fatta e ben attaccata poi da parte nostra. Sono molto contento, perché con la defezione all’ultimo momento di Bet sono diventati molto più protagonisti i giovani, che partita dopo partita si stanno inserendo nel telaio della squadra prendendosi responsabilità importanti. Oggi mi preme sottolineare che, insieme a un apporto mentale importante da parte di Tremolada, Ruzzon e Olgiati hanno condotto una partita molto concreta, pur commettendo errori leciti nella lettura di alcune situazioni, ma sopperendo con grande carattere. Voglio inoltre fare un plauso anche alla grande esperienza di Marco Molteni che, dopo un anno e mezzo dal suo infortunio, è riuscito a condurre un’ottima partita, dimostrandosi ancora una volta un giocatore essenziale e solido per i nostri equilibri.”

“Siamo quindi contenti per questa trasferta” chiosa Borghi “e siamo già mentalmente pronti per le prossime gare che ci aspettano lontano da casa.”