UNDER 18, IL PGC SCONFIGGE LA CAPOLISTA DESIO

under-18 huddle

 

PROGETTO GIOVANI CANTÙ  65

AURORA DESIO  54

 

PROGETTO GIOVANI CANTÙ: Tremolada, Chinellato 20, Lurini 6, Olgiati 7, Bet 13, Gatti 4, Nasini 4, Mazzola, Borsani, Ronchetti 7, Molteni 2, Ruzzon 2. All. Visciglia.

AURORA DESIO: Peri 7. Pandolfi n.e, Canzi 17, Beretta 2, Capelli 1, Riva 4, Maccan 9, Meroni 7, Jovanovic 7, Scotti, Bollani, Tonelli. All. Rocco.

 

Parziali: 19-16; 27-23; 45-38; 65-54.

 

CANTÙ: Torna alla vittoria la formazione Under 18 del Progetto Giovani Cantù che davanti ai tanti spettatori del Parini infligge alla capolista Desio la prima sconfitta stagionale con il risultato di 65 a 54.

L’avvio di partita è favorevole ai padroni di casa che con un ottimo Olgiati e un solido Ronchetti si portano immediatamente sul 10 a 2. Desio reagisce con un break di 4 a 0, ma i bianco- blu, sicuramente aiutati dal rientro di Bet (13 punti e 14 rimbalzi il tabellino finale del lungo friulano), restano avanti per 19 a 14 prima di subire sulla sirena il canestro ospite che fissa il punteggio al termine del primo periodo sul 19 a 16 interno.

Le difese delle due formazioni salgono di tono nel secondo quarto con gli attacchi che iniziano a perdere troppi palloni. La formazione di coach Visciglia, che si affida a un ottimo Chinellato, continua comunque a comandare di misura e arriva all’intervallo in vantaggio per 27 a 23.

Il secondo tempo comincia bene per Desio che con un mortifero Canzi sorpassa e si porta sul +4. Cantù non perde la calma, cavalca ancora in attacco l’ispirato Chinellato, e con il contributo di Bet e Gatti riprende il controllo del match sul 45 a 38 a 10 minuti dalla sirena.

Nell’ultima frazione non si registrano particolari scossoni con i bianco- blu che sono bravi, grazie a una difesa attenta, a mantenere a debita distanza i forti avversari. La squadra del PGC coglie dunque un successo fondamentale con il punteggio di 65 a 54 e si prepara alla decisiva sfida per il passaggio del turno che si terrà mercoledì 23 novembre a Cernusco.